AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Home   Attualità

I carnevali mantovani si spostano a maggio.

trigol-632x420Mentre per il 26 febbraio è prevista l'apertura del Lunapark sul te, che dopo un primo stop, è stato invece confermato ( dato il calo dei contagi), diversi sono i festeggiamenti per il carnevale, tra quelli rimandati a maggio, a quelli sospesi anche quest'anno.

CARNEVALE A MANTOVA – RE TRIGOL
Sono previsti per domenica 8 maggio i festeggiamenti di Sua Maestà Re Trigol
La maschera mantovana entrata a pieno titolo tra gli eventi più seguiti in Italia. Slogan della manifestazione: "Vogliamo un ambiente bello pulito e sano, io, tu, noi, voi, rispettiamo tutti l'ambiente. Se amiamo la natura, prendiamocene cura!". Previsti carri allegorici, gruppi mascherati e le maschere di carattere ispirati al tema "Ambiente .. salvaguardia del territorio e delle tradizioni locali ":

CARNEVALE A CASTEL GOFFREDO – RE GNOCCO
Slitta invece al 1 maggio, ma senza carri, il carnevale di Castel Goffredo. Ad essere coinvolte saranno le scuole. Il Re Gnocco, il carnevale più famoso dell'Alto Mantovano, decide per lo spostamento della data a primavera inoltrata. I carri rimandati al 2023 così come l'elezione del nuovo Re Gnocco. Quest'anno invece la nuova formula prevede le scuole protagoniste, saranno infatti i 1400 bimbi a sfilare in piazza. Una formula alternativa, che recupera lo spirito del carnevale che molti castellani ricordano, dato che, per festeggiare Re Gnocco, si stava a casa da scuola e il paese, come prima della pandemia, era in festa. Rimandati anche i grandi festeggiamenti della maschera di Re Gnocco, che quest'anno compie 150 anni, il prossimo anno si spera in una festa libera da vincoli e restrizioni sanitarie. Saltata anche la tradizionale distribuzione degli gnocchi il venerdì prima del Carnevale.

CARNEVALE A POGGIO RUSCO – PIDRUS
Stop per il terzo anno consecutivo per il "Pidrüs": le condizioni ancora non permettono di organizzare una manifestazione che richiama così tante persone, si sta pensando a un momento di festa dedicato ai più piccoli. La storica manifestazione manca dal 2019, nel 2020 c'era il lockdown, nel 2021 le condizioni non lo permettevano e anche quest'anno la scelta è stata all'insegna della prudenza e della sicurezza. I carri iniziano a venir preparati in ottobre, proprio nel periodo in qui la situazione dei contagi era in pericolosa salita, per cui si è deciso lo stop. Troppe persone nelle piazze e nelle vie del paese per controllare la situazione. La speranza è che il prossimo anno sia quello buono. Il Comune sta lavorando per organizzare una piccola festa all'aperto per i bambini, una cosa contenuta, senza stand.

Niente etichetta anti-cancro per il vino.

vino vini-2Si trattava solo di una relazione, ma è bastata a scatenare il panico, in particolare in Italia. Ma alla fine, le barricare alzate dal mondo dell'agroalimentare hanno sortito l'effetto sperato: il Parlamento Ue ha infatti eliminato i riferimenti al legame tra il consumo d'alcol e i tumori nel rapposto della commissione speciale Beca, che contiene un'ampia serie di proposte per rafforzare la lotta al cancro in Europa. In particolare, il settore vitivinicolo contestava l'apertura all'introduzione di una etichetta per le bevande alcoliche sul modello di quanto avviene già occhi per le sigarette, ossia con delle avvertenze sui rischi per la salute. Nel rapporto, si citava anche uno studio scientifico, menzionato dall'Organizzazione mondiale della sanità, secondo cui "non esiste un livello sicuro di consumo" di vino e birra.

Questi punti critici, scrive l'Ansa, sono stati modificati. "C'è differenza tra consumo nocivo e moderato di bevande alcoliche e non è il consumo in sé a costituire fattore di rischio per il cancro", si legge in uno degli emendamenti approvati. Dal testo è stato cancellato anche il riferimento ad avvertenze sanitarie in etichetta, e introdotto l'invito a migliorare l'etichettatura delle bevande alcoliche con l'inclusione di informazioni su un consumo moderato e responsabile di alcol.

In due parti del testo, continua l'Ansa, al riferimento al consumo di alcol è stato aggiunto il termine "nocivo", ritornando alla formulazione originaria del piano anti-cancro proposto dalla Commissione europea. Approvata anche una formulazione meno rigida in merito al divieto di sponsorizzazione degli eventi sportivi. Bocciato, poi, l'emendamento che modificava il riferimento al ricorso alla tassazione tra le opzioni per scoraggiare il consumo nocivo di bevande alcoliche. Il voto finale sulla totalità della relazione sul piano anti-cancro Ue è previsto nel primo pomeriggio.

La notizia è stata salutata con favore dal comparto agricolo italiano. "E' stato respinto il tentativo di demonizzare il consumo di vino e birra attraverso allarmi salutistici in etichetta", dice il presidente della Coldiretti Ettore Prandini, sottolineando che in questo modo è stato difeso un settore che vale 12 miliardi di fatturato dei quali 7,1 miliardi di export e offre direttamente o indirettamente occupazione a 1,3 milioni di persone. "Il giusto impegno dell'Unione europea per tutelare la salute dei cittadini non può tradursi in decisioni semplicistiche che rischiano di criminalizzare ingiustamente singoli prodotti indipendentemente dalle quantità consumate", conclude



FINO AL 29 MAGGIO A CAPO DI PONTE I REPERTI ARCHEOLOGICI DAL MUSEO DI ZURIGO

imagesIl Mupre, Museo nazionale della preistoria della Valle Camonica di Capo di Ponte (via S. Martino, 7 – tel. +39 0364 42403), propone un eccezionale nucleo di reperti archeologici concessi in prestito dal Museo nazionale di Zurigo, riuniti in una preziosa esposizione ('Uno sguardo oltre le Alpi') visitabile dal 12 febbraio al 29 maggio 2022 da venerdì a domenica dalle ore 14,00 alle ore 18,00 (ultimo ingresso e chiusura cassa ore 17,30).
Si tratta di armi, utensili, vasellame e oggetti di ornamento, collocati lungo un arco temporale che dal Neolitico giunge sino all'età del Ferro. Le testimonianze, di straordinaria qualità, offrono al visitatore la possibilità di immergersi in un viaggio nel tempo che mette a fuoco affinità e differenze, reti di commerci e scambi di prodotti ma anche circolazione di idee e iconografie.

Il Mon Satèn di Villa Franciacorta sugli scudi

Villa-Franciacorta-Linea-FashionLa rivista Forbes ha appena pubblicato l'edizione 2022 della Guida dedicata alle 100 Eccellenze Italiane, inserendo tra queste il Satèn di Villa Franciacorta, storica cantina del '500, conosciuta per la produzione di soli millesimati e da sempre attenta alla sostenibilità.
La cantina di Monticelli Brusati è infatti presente nella Guida Forbes 2022 con uno dei prodotti più emblematici ed importanti: il Mon Satèn, etichetta che ha già visto significativi riconoscimenti, tra cui spicca la Medaglia d'Oro a livello nazionale aggiudicandosi il secondo posto a livello mondiale all'International Wine Challenge 2017, concorso con una giuria di soli masters of wine.
"Il Satèn di Casa Villa è un vino così fortemente voluto da avere nel nome quel 'Mon' che sottolinea il profondo legame con chi l'ha pensato e realizzato", si legge sulla Guida. "E' un vino prodotto unicamente da cloni selezionati di Chardonnay, con una vinificazione in solo acciaio a esaltare al massimo l'espressione varietale e un affinamento di 36 mesi sui lieviti a conferire una pienezza gustativa".

LE DOMENICHE ECOLOGICHE

Domenica-Domeniche-Ecologica-ecologiche-ambiente-bici-monopattini-Segala-gennaio-2022-696x386L'istituzione delle domeniche ecologiche è una delle misure straordinarie chieste dalla Regione Veneto per la riduzione dell'inquinamento da polveri sottili, come indicato nell'Accordo di Bacino Padano.
Il calendario e le modalità sono state concordate in sede di Tavolo Tecnico Zonale (Tlz), riunito in provincia, con le date fissate in modo coordinato tra Verona e i Comuni limitrofi.
Le prossime domeniche ecologiche saranno il 30 gennaio, il 20 febbraio, il 13 e il 20 marzo e il 3 aprile.
"In questi anni abbiamo visto aumentare la sensibilità dei veronesi, sempre più partecipi e attenti alle iniziative ecologiche – spiega l'assessore all'Ambiente Ilaria Segala -. L'obiettivo del Comune è di rendere sempre più capillare la sensibilità green nei veronesi attraverso tutte le azioni possibili, comprese le campagne informative. Il binomio attività-partecipazione si dimostra sempre più efficace, per questo, in vista della prossima domenica di fine gennaio, arricchiremo il programma degli eventi affinché più persone possibili possano prendere parte alle attività cittadine. Tante piccole abitudini, che se diventano diffuse, possono davvero fare la differenza".Domenica-Domeniche-Ecologica-ecologiche-ambiente-bici-monopattini-Segala-gennaio-2022-696x386

LAST MINUTE

Natura e Ambiente