• Home
  • Ristoranti e Vini
  • Cucina
  • Salute & Bellezza
  • Intrattenimento
  • Fashion
  • Viaggi
  • Eventi
  • Interviste
AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Eventi Viaggi

Eventi

TOFANA CORTINA FRECCIA NEL CIELO. tanti eventi, mille emozioni

31Molto più di una semplice funivia, Tofana
Freccia nel Cielo è un insieme di emozioni,
colori ed esperienze indimenticabili. È un
viaggio che parte dal centro di Cortina e, con
due tappe intermedie, Col Druscié e Ra Valles,
conduce a Cima Tofana, a 3.244 metri di
quota. A bordo della nuovissima cabinovia si
raggiunge Col Druscié (1.778 m) per poi salire
sulla funivia che arriva prima a Ra Valles
(2.765 m) e successivamente in cima al monte
a oltre tremila metri di altitudine. Un viaggio
non solo fisico, ma emozionale, un tuffo
nella natura, un'immersione nella bellezza
sorprendente della montagna d'Ampezzo. E
se la meta finale di Cima Tofana sbalordisce
per maestosità e purezza, non sono da meno
le due tappe intermedie che offrono ai turisti
una serie di eventi, sentieri e rifugi per vivere
al meglio l'estate.
Oltre all'ampia terrazza che offre una visione
a 360°, Cima Tofana ospita al piano superiore
del punto ristoro la mostra permanente
"Per Aspera ad Astra", dedicata alle Guide
Alpine di Cortina in occasione del cinquantenario
della funivia.
Questa postazione privilegiata, inoltre, regala
la possibilità, per chi lo desidera, di godere
l'alba sulle Dolomiti e ammirare i colori del tramonto, accompagnati dalle note di un
gruppo di fisarmonicisti nazionali supportati
dalla compagnia Musicantus di Cortina.
FERRATE E SENTIERI
Per chi ama ferrate e arrampicate, quelle sulla
Tofana di Mezzo, la vetta più alta di Cortina,
sono imperdibili. Quattro, di varia difficoltà,
sono le ferrate attrezzate per salire, ma
anche le discese a valle promettono belle
esperienze attraverso passaggi arditi dove
frequenti sono le vestigia dei combattimenti
della prima Guerra Mondiale. Per i meno
esperti, da quest'estate sono stati attivati due
momenti di incontro con la verticalità della
roccia: il 'Rappeling The Dolomites' e il 'Peak
2 Peak', entrambi sotto l'egida e il controllo di
esperte guide alpine. Per gli appassionati di
trekking, il 'Sentiero Ra Zeste's è un piacevole
hiking che conduce da Ra Valles fino a Cortina
in quattro ore, percorrendo i sentieri della Prima
Guerra Mondiale. Lo 'Stries 'collega lungo
il sentiero 413 Col Druscié alla partenza della
cabinovia mentre la discesa al Lago Ghedina
da Col Druscié si fa lungo il sentiero 410. Più
performante il sentiero che permette di arrivare
in circa tre ore dalla famosa pista da sci
Forcella Rossa, una rocambolesca verticale,
fino a Pié Tofana lungo il sentiero 407.
DISCESE ADRENALINICHE IN SELLA
La cabinovia che giunge a Col Druscié è attrezzata
anche per il trasporto delle biciclette
- mountain bike, elettriche o Downhill - con le
quali si può scendere a valle lungo la strada
sterrata in direzione Pié Tofana fino a raggiungere
il sentiero 410 verso il Passo Posporcora,
oppure verso la seggiovia Pié Tofana per poi
risalire verso Pomedes. Uno spettacolare e
adrenalinico viaggio tutto in discesa con l'anfiteatro
di Cortina di fronte agli occhi.
IL CIELO SENZA SEGRETI
Sempre Col Druscié è teatro anche di un dialogo
con il cielo infinito, grazie alla presenza di
un Osservatorio Astronomico per ammirare e
conoscere il firmamento costellato di pianeti e
galassie. L'osservatorio presenta due cupole
con diverse strumentazioni all'interno, tra cui
un telescopio Newton di 40 cm di diametro
e uno Schmidt Cassegrain Celestron 11, per
poter osservare il cielo, le galassie e le supernove.
È proprio grazie alla posizione privilegiata
in alta quota dell'osservatorio che sono
state scoperte fino a oggi circa 40 supernove
e il piccolo pianeta chiamato "Cortina d'Ampezzo". Ma non solo con gli occhi rivolti all'infinito
è possibile conoscere la volta celeste:
è facilmente percorribile, infatti, un percorso
didattico-naturalistico di 1,5 km, con dislivello
di appena 70 metri che consente di scoprire il
sistema solare e tutto l'universo. Si tratta del
sentiero "Col Druscié Astro Ring", diviso in
due tratti: il Sentiero dei Pianeti conduce in
trenta minuti alla scoperta del sistema solare
e dei suoi pianeti attraverso 12 postazioni a
distanza reale in scala 1:10 miliardi, arricchite
con testi e immagini. Il Sentiero dell'Universo
si sviluppa invece nella parte nord-ovest di
Col Druscié ed è un viaggio nello spazio e nel
tempo per conoscere l'evoluzione dell'universo
dal Big Bang a oggi. 10 sono i pannelli in
questo secondo tratto, sempre in scala 1:10
miliardi, che illustrano la volta più distante,
con nebulose, ammassi e galassie. Passeggiando
nella tranquillità del bosco, sembrerà
di camminare nel cielo!
GLI EVENTI DA NON PERDERE
YOGA IN QUOTA
La montagna regala emozioni uniche con
le sue cime che sembrano toccare il cielo e
sovrastare ogni cosa. L'invito è quello di scoprire
questo luogo speciale con attività che
rigenerano il corpo e la mente, come lo yoga
in quota. Non c'è modo migliore di iniziare la
giornata che il saluto al sole e altre benefiche
sequenze di fronte alle più belle vette delle
Dolomiti, respirando l'energia vivificante della
montagna. Le lezioni si svolgeranno ogni venerdì
mattina fino al 26 agosto dalle 9 alle 11
sulla terrazza del ristorante Col Druscié 1778
e al termine si potrà gustare un brunch genuino
a base di prodotti a km zero.
ASTROCENE
Un momento per godersi la tranquillità della
montagna, magari sotto un cielo stellato, e per
assaporare accattivanti abbinamenti di piatti
e vini accuratamente selezionati, insieme a
una visita all'Osservatorio Astronomico con
una guida che svelerà i misteri del firmamento:
prendono il via le Astrocene al Masi Wine
Bar di Col Druscié, raggiungibile percorrendo
il primo tratto della funivia Tofana Freccia del
Cielo con partenza dal centro di Cortina. Le
serate 5, 14 e 19 agosto sono dedicate alla
luna, alle stelle, alle costellazioni, ai pianeti,
insieme al buon cibo e al vino. Organizzate da
Luca del Masi Wine Bar, sono un'imperdibile
occasione per vivere un'esperienza emozionante
circondati dalle spettacolari vette dolomitiche,
sul gruppo delle Tofane, sul Monte
Cristallo e sulla valle cortinese. Una proposta
culinaria che rispetta la tradizione, ricercando
i migliori abbinamenti con i vini Masi, storico
produttore di Amarone. Il menù, basato su
prodotti scelti del territorio veneto, include
anche proposte vegetariane e per celiaci.
(Prenotazione obbligatoria: 0436.862372,
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).
LA NOTTE DELLE STELLE CADENTI
Una notte di agosto, un cielo limpido e stellato,
una cena gourmet con piatti e vini selezionati
e lo spettacolo delle stelle cadenti. Un
evento magico per sognare, per immaginare e
per desiderare. L'appuntamento con "La notte
delle stelle cadenti", organizzata da Tofana
Freccia nel Cielo, è in calendario il 12 agosto:
si sale verso con le navette da Pié Tofana
fino a Col Druscié, dove è possibile godersi
una deliziosa cena al Masi Wine per poi fare
una visita guidata all'Osservatorio Astronomico
"Helmut Ullrich". Una serata speciale che
fa incontrare gli amanti della buona cucina e
del buon vino grazie alla presenza, oltre che
del ristorante Col Druscié, del Masi Wine Bar,
un locale raffinato dove i sapori delle ricette
gourmet si abbinano ad una vasta selezione
di pregiate etichette pregiate.
(Prenotazione obbligatoria: 0436.862372,
340.775089, 333.9172058,
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).
ALLA SCOPERTA DEL SOLE E DEI PIANETI
Ogni mercoledì fino al 31 agosto, l'osservatorio
astronomico apre le sue porte anche
durante il giorno, dalle 10.30 alle 12.30, per
accogliere gli ospiti con visite guidate alla
scoperta delle stelle e dei pianeti. L'Iniziativa
"Alla scoperta del sole" permette di ammirare
da vicino questo astro tanto affascinante
quanto misterioso e di scoprirne i segreti anche
nel suo rapporto con la Terra.
Alle famiglie e ai bambini è dedicato uno
speciale pacchetto, organizzato da Tofana
Freccia nel Cielo, che comprende la salita in
cabinovia fino a Col Druscié, la visita guidata
(e personalizzata in base all'età dei partecipanti)
all'osservatorio, la passeggiata sui sentieri
dei pianeti e dell'universo e un aperitivo
al Masi Wine Bar al Druscié. Chi vuole può
aggiungere la salita in funivia fino a Cima Tofana
(prenotazione obbligatoria: 0436.5052,
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ,
www.cortinastelle.it).
INFO: www.freccianelcielo.com

Torna la Primavera Meranese, dal 26 marzo 2022

pfarrkirche-tappeinerweg-fruehling-meran-amA Merano in primavera la città si trasforma in un tripudio di profumi e di colori di piante e fiori.
La Primavera Meranese, oltre a essere il momento della stagione in cui si risveglia la natura, è anche il titolo del "contenitore" che racchiude una serie di appuntamenti organizzati nell'ottica della sensibilità ecologica e ambientale, del benessere psicofisico, della bellezza naturale ma soprattutto della valorizzazione creativa delle aree verdi e della vocazione floreale della città.

Si tratta di una kermesse organizzata dall'Azienda di Soggiorno di Merano che, tra fine marzo e inizio giugno, arricchisce la vita sociale e culturale della città con progetti, iniziative ed eventi per permettere a tutti un piacevole soggiorno.

Novità del 2022 un'aiuola per i 59 anni del club Kiwani sulla Passeggiata (vicino al ponte Lenoir), realizzata dai giovani giardinieri della Laimburg, e una nuova installazione in Via Galilei "Cazador del Sol" (Cacciatore del Sole), con forme brillanti e luminose.

La Primavera Meranese ha il suo momento clou con il Merano Flower Festival (22-25 aprile 2022), quando la città, già arricchita da installazioni floreali e imponenti figure vegetali, offre come epicentro un mercato di fiori, piante e prodotti per il giardinaggio, con un ricco programma per bambini e diversi laboratori creativi, anche per adulti.
Merano Flower Festival (MFF) è un evento curato dall'esperta Mimma Pallavicini, ed è diventato con il passare degli anni il punto di incontro per la gente del luogo e un appuntamento fisso per gli ospiti. Quattro giorni dedicati al verde e ai fiori, lungo le passeggiate del Passirio, a ingresso libero.

Un altro appuntamento di forte richiamo sarà il Mercato Meranese (MM), che dal 26 marzo fino alla fine di ottobre, si svolgerà ogni sabato mattina lungo la parte superiore di corso Libertà, vicino a piazza della Rena. Il Mercato darà la possibilità di acquistare prodotti agroalimentari freschi e genuini provenienti dai masi altoatesini, sostenendone la territorialità e l'autenticità, nonché di artefatti artigianali. In occasione del Flower Festival si estenderà alle due giornate del 23 e 24 aprile.

Terzo importante evento della Primavera Meranese sarà la 10a edizione di Yoga Meeting Merano, all'insegna della bellezza, che si svolgerà il 23 e il 24 aprile, quindi in concomitanza con Merano Flower Festival.
Maestri internazionali condurranno seminari e incontri presso la meravigliosa cornice dell'edificio liberty "Kurhaus" e in altri luoghi all'aperto. In questi due giorni si susseguiranno lezioni gratuite, conferenze, concerti, lezioni per tutti, principianti, appassionati e praticanti delle discipline orientali e di tecniche per la ricerca del benessere.

Merano è conosciuta come "città giardino" per le tantissime passeggiate adornate di fiori e per avere uno degli orti botanici più belli d'Europa: i Giardini di Sissi, presso Castel Trauttmansdorff.

L'apertura di questi Giardini avverrà il 1 aprile, quando oltre 80 ambienti botanici, rappresentativi di tutto il pianeta, si mostreranno nuovamente in tutta la loro bellezza, in un anfiteatro naturale di 12 ettari. Al centro di questo enorme parco troneggia il Castello, da cui i Giardini prendono il nome, che due volte, alla fine del 1800, è stato dimora dell'imperatrice Sissi, Elisabetta d'Austria. Oggi all'interno del castello si trova il museo dedicato al turismo "Touriseum" www.touriseum.it.

In preparazione alla primavera l'11 marzo avrà luogo il grande convegno "Cura del verde ecologica", al quale parteciperanno oltre 100 invitati che parleranno dei temi biodiversità in città e cura ecologica degli spazi verdi.

Ricordiamo anche le altre numerose iniziative dell'Azienda di Soggiorno di Merano che esprimono il legame tracontesto urbano e natura, sinonimo di qualità della vita.
Parliamo delle "sculture floreali" delle famose Giardinerie di Merano, delle amache e delle sedie sdraio che invitano al relax nel bel mezzo del centro cittadino, degli ombrelloni di glicini, i Portici con dei lampadari giganti dai colori vivaci che invitano a sentirsi accolti e coccolati in città.

Merano ha da sempre l'anima "verde" e molti sforzi della città vanno in questa direzione.
Per esempio, la creazione di nuovi parchi e il rinnovamento della rete delle passeggiate storiche: al momento sono in corso alcuni interessanti progetti di costruzione dei giardini, il più importante dei quali è sicuramente la creazione del parco fluviale nella zona in cui il Passirio sfocia nell'Adige che sarà aperto al pubblico in autunno e dove si realizzerà un grande gioco d'acqua con spazi aperti e oasi naturali.
Il Comune di Merano si è, infine, dotato dell'unità speciale "protezione del clima e adattamento ai cambiamenti climatici".

Per ulteriori informazioni www.merano.eu

UN FERRAGOSTO “AD ARTE” ALL’HOTEL DE LA POSTE DI CORTINA

Sarà un weekend dedicato all'arte quello organizzato per ferragosto dall'Hotel de la Poste (https://www.delaposte.it/) di Cortina d'Ampezzo: non solo un albergo ma un autentico salotto con vista sulle Dolomiti, dove per secoli si sono incontrati re e regine, grandi personaggi della storia, scrittori e artisti da tutto il mondo. Lo storico hotel, sintesi di eleganza, tradizione e autenticità, propone un agosto ricco di eventi per coinvolgere gli ospiti e la comunità ampezzana in tutta sicurezza, grazie ai grandi spazi che può offrire, come lo spettacolare Salon Dolomieu e l'ampia terrazza che affaccia su Corso Italia, in pieno centro.

1 MILITO

Dopo l'inaugurazione, lo scorso weekend, dell'ottava edizione di "Calici di Stelle", questo nuovo fine settimana si apre venerdì 14 agosto alle ore 18 con il talk moderato dalla curatrice d'arte Simona Gavioli, mantovana, ideatrice di BOOMing Contemporary Art (https://boomcontemporaryart.com/) che dialogherà con Paolo Guzzanti, politico, giornalista, saggista e grande appassionato di arte contemporanea. Seguirà la Cena di Ferragosto all'Hotel de la Poste, aperta al pubblico su prenotazione (tel. 0436.4271, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).

3

I talk continuano sabato 15 agosto con "10 artisti 100 mascherine 1000 bambini", progetto artistico e solidale ideato da Ars Now Magazine a supporto della ETS padovana "Amici di Adamitullo". Lo presenteranno alle 18.30 il curatore Mauro Casotto e il giornalista Mediaset Paolo Brinis. A seguire, un'asta, a cura di Finarte, di 20 mascherine artistiche ideate da 10 artisti (Arthur Duff, Francesco Candeloro, Nelio Sonego, Paolo Ceribelli, Antonio Riello, Manuela Bedeschi, Donata Lazzarini, Laura Stefani, Alessandro Borgonovo e Paolo De Cuarto). Per l'occasione sarà presentata anche la mascherina con il logo dell'Hotel de la Poste realizzata dall'artista Paolo de Cuarto. La serata si concluderà con la cena di beneficenza "Pinacoteca della quarantena - Catalogo solidale", un'iniziativa nata durante il lockdown, quando tanti "art lovers" sono stati invitati a ricreare, rimanendo in casa, un'opera d'arte con oggetti o persone. Il progetto (mascherine artistiche e pinacoteca della quarantena) vede il coinvolgimento dell'associazione culturale padovana Arsnow-Seragiotto che ha contribuito alla creazione di un catalogo solidale con le immagini prodotte, capaci di raccontare la quarantena e le emozioni degli artisti. Il ricavato dell'asta di beneficenza e del catalogo, offerto agli ospiti nel pacchetto-cena, e della cena stessa (aperta al pubblico su prenotazione, tel. 0436.4271, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) sarà devoluto interamente alla ETS Amici di Adamitullo che assicura le attività scolastiche ed educative a circa mille bambini e adolescenti etiopi, frequentanti la Missione salesiana di Adamitullo, piccolo villaggio a tre ore dalla capitale Addis Abeba.

Non finisce tutto qui. Per gli amanti del "green", domenica 16 agosto si terrà il torneo di golf Trofeo "Hotel de la Poste", gara 9 buche Stableford in 3 categorie. E gli appuntamenti al Posta da mettere in agenda continueranno fino a settembre.

2

HOTEL DE LA POSTE, UN'ISTITUZIONE AMPEZZANA
L'albergo esiste fin dal 1804, anno della prima licenza rilasciata a Silvestro Manaigo, il capostipite, ed è oggi il più antico hotel di Cortina. Da allora ha ospitato celebrities da tutto il mondo e tra i suoi più affezionati frequentatori ci sono personalità del calibro di Hemingway, Liz Taylor, i Krupp, i reali di Svezia e tanti artisti che hanno lasciato un numero considerevole di opere d'arte al Museo Rimoldi di Cortina. Anche oggi l'hotel è il luogo dove ci si incontra e si respira pienamente l'atmosfera autentica della nota località turistica e, dopo sette generazioni di albergatori, la staffetta prosegue ora con Gherardo e la cugina Michela.
https://www.delaposte.it/

5

4

VAL DI FIEMME. 7 MERAVIGLIE, 4 PARADISI

LE 7 MERAVIGLIE DI FIEMME
Gli assetati di bellezza in Val di Fiemme incontrano spettacoli cromatici d'incanto, fra monumenti naturali e monumenti del passato. Scopriamo sette luoghi proprio imperdibili.

1 Il tramonto dolomitico
Le pareti rocciose delle Dolomiti UNESCO dipingono uno spettro cromatico che va dal giallo chiaro al rosso fuoco, per poi attenuarsi in delicate sfumature di viola. In Val di Fiemme questo spettacolo, conosciuto con in nome di Enrosadira, va in replica per tutta l'estate sia all'alba, sia al tramonto, sulle pareti rocciose del Latemar e delle Pale di San Martino.
Raccontano tutti i segreti delle Dolomiti e 230 milioni di storia del mondo il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo e il sentiero Geotrail Dos Capèl. È possibile ammirarlo sia dai paesi della valle, sia dalle quote alte, come l'Altopiano di Lavazé e le cime di Predazzo, Bellamonte, Pampeago e dell'Alpe Cermis.

2 L'oasi dei cervi nelle Foreste dei Violini
Tra i mammiferi che popolano la Val di Fiemme, sicuramente i più appariscenti sono i cervi. Nel Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino è possibile ammirarle i loro comportamenti nella natura. L'oasi degli ungulati è circondata da una passeggiata e protetta da un recinto che permette di fotografarli a distanza ravvicinata. I cervi vivono nel Parco fra le Foreste dei Violini della Val di Fiemme, dove crescono gli abeti rossi di risonanza. Il legno di questi abeti un tempo era amato da Stradivari e tutt'oggi è apprezzato dai liutai di tutto il mondo. Qui si possono attraversare il ponte trasparente del sentiero Marciò e due ponti tibetani sul torrente Travignolo. Merita un'escursione anche la fortezza austroungarica: Forte Dossaccio. Per saperne di più sulla flora e la fauna si visita il Centro Visitatori del Parco a Paneveggio.

3 La guglia Torre di Pisa
Sul Latemar c'è una delle guglie dolomitiche più fotografate. La Torre di Pisa si chiama così per la sua vistosa pendenza. Si raggiunge questo monumento naturale alto 40 metri, salendo da Predazzo, con la cabinovia che porta a Gardoné e quindi con la seggiovia che accompagna a Passo Feudo. Qui si procede su un sentiero un po' ripido (n° 516) ma che regala grande soddisfazione. Sul percorso si incontrano curiosi "omeneti" (uomini di pietra), sono segnavia di sassi creati dagli escursionisti per segnalare il percorso in caso di nebbia.

4 La Catena del Lagorai con i suoi laghi cristallini
La sequenza di cime della Catena del Lagorai si sviluppa per 70 chilometri. Un lungo tratto sovrasta la Val di Fiemme, e sembra disegnare nel cielo sagome di gigantesche onde che increspano e scivolano.
L'incontaminata Catena del Lagorai è un po' l'alter ego delle Dolomiti. Se le rocce calcaree di dolomia non trattengono un filo d'acqua, ma incantano con riflessi rossastri, le rocce porfiriche del Lagorai sono preziosi scrigni d'acqua verde smeraldo. Alcuni laghi si circondano di rododendri, altri da prati, altri ancora sono incastonati nelle rocce. Sul Lagorai, dove osano le aquile, si può camminare per giorni senza incontrare un essere umano. È uno degli ultimi territori alpini rimasti intatti. Sono 14 gli specchi d'acqua del Lagorai che dominano la Val di Fiemme. Alcuni sono raggiungibili facilmente, altri richiedono gambe allenate. Eccoli: Lago delle Buse, Lago di Montalon, Lago delle Stellune, Laghi delle Buse Basse, Lago di Forame, Laghetti di Lagorai, Laghetti di Bombasèl (raggiungibili con gli impianti di risalita dell'Alpe Cermis e una facile camminata), Lago Lagorai, Laghetti delle Aie, Lago Brutto, Lago delle Trote, Lago di Moregna, Laghetto Caserina e Lago di Cece (raggiungibile con un sentiero accessibile ai disabili). A due passi da Fiemme, nel Parco di Paneveggio, meritano una passeggiata anche i Laghetti di Colbricon.

5 L'Altopiano di Lavazé
A 8 km da Varena, si spalanca su incantevoli scorci dolomitici l'Altopiano di Lavazé: uno fra gli ambienti più affascinanti della Val di Fiemme. L'immensa distesa di prati, incorniciati da abeti, larici e cirmoli, è sovrastata dalla Pala di Santa (2.488 m.). Dall'altopiano si gode un ampio panorama sul Catinaccio e sul Latemar. A un'altitudine di 1805 metri si apre un palcoscenico da attraversare a piedi o in mountain bike, fra degustazioni nei rifugi. Gli amanti dei fiori scoprono un meraviglioso giardino di biodiversità sull'Altopiano di Lavazé.

6 La cascata di Cavalese
È proprio curioso il getto d'acqua di Cavalese che scende dalla meravigliosa Val Moena: disegna un dito indice puntato verso il cielo. Due ponticelli offrono due emozionanti punti di vista. Quello ai piedi della cascata restituisce tutta l'energia di uno scroscio potente che nebulizzandosi arriva a sfiorare il volto dell'osservatore. Il ponticello sopra la Cascata fa vivere l'ebbrezza di un salto liquido nel vuoto.
Nei dintorni: Dalla cascata, un sentiero porta al Pezo del Gazolin, un abete rosso monumentale con 5 metri di circonferenza.

7 Il Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme
L'ente millenario della Magnifica Comunità di Fiemme ha sede in un palazzo storico di Cavalese che ospita la pinacoteca, il museo e l'archivio di manoscritti, statuti e scritture. La storia della Magnifica risale al 1.111. Il Palazzo fu fatto costruire nel medioevo dai Principi Vescovi di Trento come sede dei loro grandi Vicari e residenza estiva. Di origini trecentesche, il palazzo divenne nel 1850, sede della Magnifica Comunità di Fiemme. I complessi lavori di restauro hanno restituito al palazzo l'antico splendore. Un'illuminazione discreta dona al museo e alla sua pinacoteca un'atmosfera intrisa di mistero, proiettando qua e là sorprendenti geometrie luminose che esaltano la bellezza dei dipinti e degli affreschi. Si affacciano alle pareti 150 capolavori della Scuola pittorica di Fiemme. Nelle prigioni i visitatori possono impugnare le torce per illuminare le scritte incise dai carcerati. Queste celle, nel Cinquecento, sono state anche le crudeli gattabuie in cui furono rinchiuse le così dette streghe di Cavalese.

I 4 PARADISI DI FIEMME
Aria pulita, paradisi incontaminati lontani dal traffico. Nei piani alti della Val di Fiemme la creatività vola libera e spalanca lo sguardo. Intorno alle quote 1.200 e 2.200 metri incontriamo il parco d'arte ambientale più alto del mondo e tre parchi della fantasia che raccontano la natura attraverso il gioco.

1 Il parco d'arte RespirArt di Pampeago
A Pampeago, a quota 2200 m., c'è il parco d'arte RespirArt. Nel giro ad anello di 3 chilometri 27 installazioni d'arte dialogano con le guglie dolomitiche del Latemar. Il parco attrae artisti da tutto il mondo. A completare le loro opere sono il sole, il vento, la pioggia e la neve. Il parco si raggiunge con la seggiovia Agnello. Saranno ospiti della Manifestazione d'arte ambientale RespirArt 2020, quattro artisti internazionali: Patrizia Giambi, Jano Sicura, Gabriele Meneguzzi e Vincenzo Sponga. Le loro installazioni saranno inaugurate dalla giornalista e conduttrice del TG2 Maria Concetta Mattei, durante il RespirArt Day, la festa itinerante di sabato 25 luglio 2020.

2 La MontagnAnimata di Predazzo
A Predazzo gli impianti di risalita accompagnano nella MontagnAnimata del Latemar a quota quote 1.650. Qui le famiglie esplorano la natura anche attraverso le fiabe, i gioco-libri e i giochi interattivi del Difr. Raccontano fiabe e storie di montagna due fantasiosi sentieri tematici: la Foresta dei Draghi e il Sentiero del Pastore Distratto. Divertenti spettacoli itineranti rivelano i segreti di draghi, gargolle, dahù, clown, geologi, api, falegnami, pastori, e malgari. Libera risate adrenaliniche l'Alpine Coaster Gardoné, un bob su monorotaia che sfreccia nel bosco.
La fantasia vola ancora più in alto: la seggiovia Feudo accompagna a quota 2.200 m. nel Giardino storto del Dahù e nel sentiero Geotrail Dos Capèl.

3 Il Giro d'Ali di Bellamonte
Il Giro d'Ali, a quota 1.750 m., è un percorso acquatico che si snoda a Bellamonte tra prati, cascatelle, scale di pietra sommerse, ponticelli sospesi, giochi in legno che galleggiano su piccoli specchi d'acqua e curiose zattere che assumono forme di uccelli. Chi gioca con l'anatra nuotatrice, chi si avventura alla ricerca dell'oro con il setaccio, chi rincorre l'Uovo in pista, chi scopre la vita dei volatili sul sentiero Frainus.
Il Giro d'Ali si raggiunge con la Cabinovia Bellamonte 3.0. Uno degli ovetti ha il fondo trasparente: Nidoplano.

4 Cermislandia dell'Alpe Cermis
A Cavalese la cabinovia dell'Alpe Cermis conduce nel regno di Cermislandia, un allegro paradiso del divertimento che offre la possibilità di giocare all'aria aperta, conoscere nuovi amici e regnare indisturbati. A quota 1.280 m., i bambini, attraverso curiose attività giornaliere, stabiliscono un rapporto di totale empatia con la natura, mimetizzandosi con il sottobosco, gli animali, i boscaioli e le creature magiche della leggenda. Quindi, si arrampicano sugli alberi come scoiattoli nel nuovo Parco Avventura Cermis.

OFFERTA TRADIZIONE E GUSTO IN VAL DI FIEMME
Una pausa golosa nelle Dolomiti dall'11 maggio al 31 ottobre 2020.
Tre notti in Agritur della Val di Fiemme, a partire da 190 euro a persona con trattamento B&B, una cena Tipica Trentina, una merenda golosa accompagnata da "Birra di Fiemme", visite guidate alla scoperta dei prodotti tipici. L'offerta include Speck & Spa, il buono sconto di € 15 da spendere in prodotti tipici o nei centri benessere e la Fiemme Guest Card che include l'utilizzo degli impianti di risalita in Val di Fiemme a soli 7 € per tutta la durata della Card, mobilità in tutto il Trentino, l'ingresso al Parco naturale di Paneveggio, ai musei e ai castelli del Trentino e ogni giorno una vasta scelta di attività divertenti nella natura.
PRENOTA: ApT Val di Fiemme, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , tel. 0462 341419, www.visitfiemme.it

img 6492---versione-2

 

FULL IMMERSION NELLA NEVE

11La combinazione perfetta dell'inverno? Alto Adige e Vitalpina® Hotels! Da una parte l'Alto Adige è la meta per eccellenza per gli amanti della neve; dall'altra le strutture dei Vitalpina Hotels sono specializzate nella vacanza attiva.
Via libera quindi alle discese con gli sci, di tutti i livelli e alle acrobazie con snowboard e slittino. E poi full immersion nella neve con sci di fondo o ciaspole, o semplicemente con gli scarponi, godendosi il silenzio della natura e i panorami mozzafiato ancora immacolati.
Questa è la vacanza invernale nelle strutture del gruppo Vitalpina® Hotels Alto Adige/Südtirol. Nuovo anno al via con l'escursione sulla neve
Tra le strutture dei Vitalpina Hotels a Malles sorge l'Alpin & Relax Hotel Das Gerstl****S. Situato nel cuore del comprensorio Skiarena Val Venosta, l'hotel è circondato da ben 5 aree sciistiche, in pochi minuti si può scegliere di sciare sul soleggiato monte Watles, fare sci di fondo nel centro sci nordico di Slingia, oppure perdersi con le ciaspole nei paesaggi ricoperti di neve. Per una vacanza al Gerstl si può scegliere il pacchetto "Natale in Val Venosta", valido dal 20 al 26 dicembre 2019. L'offerta comprende: 6 pernottamenti, aperitivo con vin brulé e punch la Vigilia di Natale, Santa Messa di Natale nel suggestivo monastero Monte Maria con servizio navetta gratuito, buono di 30 euro da rispendere nella Spa. Il tutto a partire da 1.086 euro a persona.
Le feste continuano con i brindisi dell'ultimo giorno dell'anno! L'Hotel Ansitz Schulerhof**** di Naturno, nel meranese, una delle 31 strutture dei Vitalpina Hotels, propone il pacchetto "San Silvestro nel Schulerhof", valido dal 25 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. L'offerta comprende: 7 pernottamenti in 3/4 pensione, festa di San Silvestro con menù gourmet a 7 portate e fuochi d'artificio, colazione per i dormiglioni, escursione del nuovo anno. Il tutto a partire da 805 euro a persona. Nel periodo delle feste all'Ansitz Schulerhof si vive l'atmosfera natalizia con il profumo dei biscotti fatti in casa e del vin brulé, le candele accese e le decorazioni. Fuori dall'hotel, a Merano 2000, nella Val Senales o in altri comprensori sciistici della Ortler Skiarena, si possono praticare sci, snowboard, fondo ed escursioni.Carnevale con corso di cucina e ciaspole
In Valle Isarco a Racines si trova il Vitalpina Hotel Natura Rainer****. Immerso nei prati innevati e nei boschi della Val di Giovo, regala pace e romanticismo, oltre che piste perfettamente preparate sia per sci che per slittino, anelli da fondo ben tracciati e sentieri per escursioni con le racchette da neve. Tutto da provare il pacchetto "Nature Trekking con le racchette da neve", valido dal 2 al 16 febbraio 2020. L'offerta comprende: 7 pernottamenti in mezza pensione, 1 serata in due con vino e vista romantica sulle stelle, 1 escursione Vitalpina® Respiro, 3 escursioni guidate con le racchette da neve, noleggio gratuito ciaspole, corso di cucina con cuoco gourmet Hannes Rainer, 1 fiaccolata nella Val Giovo. Il tutto a partire da 660 euro a persona.
Dal 16 al 29 febbraio 2019 con il Vitalpina Hotel Dosses****S di Santa Cristina in Val Gardena si festeggia il carnevale! Posizionata ai piedi del Sassolungo, la struttura dei Vitalpina Hotels permette di usufruire del comprensorio Dolomiti Superski, grazie agli impianti di risalita che collegano tutta la zona. Per una vacanza al Dosses si può scegliere il pacchetto "Carnevale in Val Gardena" comprensivo di: 7 pernottamenti in 3/4 pensione, 1 ciaspolata e 1 passeggiata invernale con guida alpina, programma quotidiano con guida, programma fitness assistito, rituale sauna Vitalpina con gettata di vapore e peeling nella Spa Anima, Mobilcard per l'utilizzo gratuito dei mezzi pubblici. Inoltre, con un piccolo contributo spese, 1 uscita in freeride al Gruppo del Sella e 1 tour di sci alpinismo con una guida alpina. Il tutto a partire da 1.365 euro a persona.Tutto l'inverno sulla neve
Tra le strutture dei Vitalpina Hotels, l'Hotel Gassenhof ****S di Racines in Valle Isarco permette di trascorrere una vacanza sulla neve e sulle piste del comprensorio sciistico Racines-Giovo. Dal 5 dicembre 2019 l'hotel riaprirà rinnovato con la nuova Gassenloge, collegata tramite un accesso sotterraneo alla struttura principale. Il nuovo centro benessere, le camere e le suite da sogno regaleranno agli ospiti un comfort esclusivo e di lusso.
Dall'8 al 19 dicembre 2019, dal 12 al 30 gennaio 2020 e dall'8 marzo al 3 aprile 2020 si può scegliere il pacchetto "Magia invernale a Ridanna 7=6". L'offerta comprende: 7 pernottamenti con ricco buffet di colazione e menu raffinato di 5 portate la sera, spumante di benvenuto, 1 escursione con le ciaspole alla malga, 1 corso di sci di fondo, 3 escursioni guidate, ingresso al Gasssenbadl con piscine e saune. Il tutto a partire da 762 euro a persona.
Per tutta la stagione invernale, dal 13 dicembre 2019 al 14 aprile 2020, si può scegliere anche il pacchetto "Dolomites Ski Paradise" del Berghotel Sexten****S di Sesto. L'offerta comprende: 7 pernottamenti in mezza pensione, skipass per 6 giorni per il comprensorio "Sextner Dolomiten", noleggio attrezzatura sci categoria top, il tutto a partire da 1.125 euro a persona. Il comprensorio sciistico mette a disposizione 110 km di piste battute ogni giorno alla perfezione, il favoloso panorama dolomitico, rifugi e baite tradizionali per una sosta rigenerante.

Vacanza attiva nella natura
Vacanza dedicata all'escursionista e allo sportivo, che ama svolgere attività fisica e movimento, possibilmente a contatto con la natura, attento all'alimentazione che dev'essere sana, equilibrata e completa, e che non disdegna il relax, preferibilmente a base di ingredienti naturali. È questa la filosofia dei Vitalpina® Hotels Alto Adige, 31 strutture a conduzione familiare distribuite nel territorio altoatesino. Tutti gli albergatori sono provetti escursionisti, pronti a guidare gli ospiti in estate e inverno attraverso l'affascinante mondo delle montagne altoatesine. Hotel di alto livello che rispondono a rigidi criteri di selezione e mettono il mondo dell'escursionismo al primo posto.

Info: Vitalpina® Hotels Alto Adige/Südtirol, tel. 0471 999 980 – www.vitalpina.info

BAGNO RILASSANTE AL BAD MOOS

Piscina-sera-Sport-Kurhotel-Bad-MoosGennaio è il mese delle settimane bianche! Sci, fondo, ciaspole, slittino,... qualunque sia il vostro sport, una vacanza allo Sport & Kurhotel Bad Moos****S di Sesto, in Val Fiscalina, vi permetterà di trascorrere il tempo divertendovi sulla neve. Dopo una giornata all'aperto, d'obbligo una tappa nella SPA Bad Moos per regalare al corpo la giusta dose di rigenerante tepore. Ci si potrà rilassare nella Panoramic Sauna e nella preziosa Stube gotica del 13° secolo come sala relax, nella Textil Sauna con obbligo di costume da bagno e nella sala relax con caminetto e docce a cascata con acqua sulfurea. Mentre solo le signore troveranno sollievo nella Lady Sauna. Tra le proposte della SPA Bad Moos, diversi sono i bagni salutari che permettono di sciogliere la muscolatura, nutrire la pelle e ritrovare il benessere psico-fisico. Tra questi il Bagno al rosmarino, ideale in caso di dolori muscolari, pesantezza agli arti, ritenzione idrica.
Info: www.badmoos.it

vuoi leggere tutti gli articoli dell'ultimo numero di MCG puoi ricevere la rivista cartacea a casa tua effettuando un bonifico bancario di 15 euro, intestato a:
Morelli Media Partner
Via Dante Alighieri 4
46040 Gazoldo Ippoliti Mn
Pi: 01610350207
Bonifico bancario a MONTE PASCHI DI SIENA
FILIALE DI GAZOLDO DEGLI IPPOLITI
sul c.c. n° 100464,78 intestato a Morelli Media Partner
IBAN: IT 39 R 01030 57640 000010046478
BIC: PASCITM1038
e invia una mail con l'indirizzo corretto a cui dovrà essere spedito il giornale a:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PARKHOTEL HOLZNER

Il Parkhotel Holzner apre la prossima stagione primavera estate completamente rinnovato e ampliato.
La costruzione dell'ala Bergmeister con garage sotterraneo, le nuove Suite Eden e la nuova
Liberty Spa di 880 mq: sono le principali novità. Fondato nel 1908, il Parkhotel Holzner è un albergo a conduzione familiare già alla quarta generazione. È uno dei pochi alberghi dell'arco alpino che in tutti questi anni ha saputo rinnovarsi pur mantenendo intatta la parte architettonica della casa e l' inconfondibile stile liberty.
L'aspetto che contraddistingue questo hotel è racchiuso negli arredi dei primi del '900 sapientemente restaurati con i raffinati dettagli color verde acquamarina e le linee sinuose. A questo design si aggiunge oggi un tocco di modernità che si trova nella rinnovata ala Bergmeister e nella LibertySpa. A disposizione degli ospiti tre stanze dedicate a massaggi e trattamenti e due sale relax. Tutta nuova anche l'area saune con la sauna panoramica, la sauna finlandese in baita e l'hammam. Un vera oasi di libertà nel cuore dell'Holzner fuori dal tempo e dallo spazio, un luogo di pace all'insegna di bellezza e serenità. Il relax inizia nella piscina interna e continua in quella esterna di ben 16 metri, riscaldate tutto l'anno grazie alla centrale di riscaldamento a biomassa che unisce comfort e sostenibilità ambientale. Adagiata nella maestosa scenografia delle Dolomiti, la piscina esterna regala una vista spettacolare sull'intera vallata. Nuovissimi i trattamenti della Spa. Molto interessanti i trattamenti corpo, specifici per la pelle femminile e maschile, ispirati alla sensualità dei fiori e alle preziose essenze naturali. I massaggi si rivolgono alle parti del corpo più sensibili, piedi e gambe, schiena, nuca e testa; mentre i trattamenti viso, sempre a base di prodotti delicati e naturali, lasciano la pelle liscia e ringiovanita. Info: Parkhotel Holzner Via del Paese 18, Soprabolzano, Renon (BZ) - tel. 0471.345231 -08c3cff860bf0fe676f79a3074e40301

LA "FAUNA" DEI VITALPINA HOTELS

Mucche Rainer - Vitalpina HotelsProdotti a km 0, filiera corta, allevatori locali. Da anni l'Alto Adige è impegnato a sostenere e valorizzare le aziende del territorio, privilegiando la qualità e la sostenibilità, la genuinità dei prodotti e la loro stagionalità.

Ingredienti preziosi che finiscono nelle cucine dei Vitalpina® Hotels Südtirol/Alto Adige. Carne, salumi, formaggi, latte, uova, miele e altri prodotti, utilizzati nelle strutture Vitalpina, provengono molto spesso dalla malga dello stesso albergatore o dall'allevatore vicino di fiducia, con il quale da anni si lavora insieme.
Gli ospiti delle strutture Vitalpina, così, non solo beneficiano di un'ottima gastronomia di prima qualità, genuina e sana. Hanno anche la possibilità di avvicinare il mondo contadino, di osservare da vicino gli animali e conoscere la vita di malga, la vita di montagna. Un'esperienza da vivere nella natura altoatesina.

Accarezzare le api
Sapevate che le api impollinano l'80% delle coltivazioni ortofrutticole e delle altre varietà di piante? Lavorando a pieno ritmo un'ape arriva a impollinare anche 3.000 fiori al giorno, mentre per produrre un grammo di miele bisogna raccogliere il nettare di 8.000-10.000 fiori. Quindi 1 kg di miele equivale al lavoro di una vita di 350-400 api.
Tutelare le api è fondamentale per salvaguardare l'ambiente e l'intero ecosistema. Per questo il gruppo dei Vitalpina Hotels si impegna fattivamente per sostenere gli apicoltori locali. In alcuni casi gli albergatori stessi sono apicoltori oppure ospitano arnie presso l'albergo.
Un bell'esempio, tra le strutture dei Vitalpina Hotels, è l'Hotel Zirmerhof***S di Merano che collabora da anni con un vicino apicoltore. Walter Pichler, questo il suo nome, dopo vent'anni di lavoro come montatore meccanico, ha lasciato tutto per dedicarsi alla sua grande passione e diventare apicoltore professionista. La titolare Gerlinde Ortner accompagna gli ospiti dello Zirmerhof a visitare le sue api, ma soprattutto a conoscere la sua esperienza e lasciarsi sedurre dal fascino della natura. Con una semplice escursione si raggiungono le arnie, si osserva da vicino il lavoro dell'apicoltore, si possono togliere i favi e degustarli. Ma non solo, chi vuole può indossare una tuta protettiva e "accarezzare" le api: un'esperienza unica ed entusiasmante. Da assaggiare, naturalmente, l'ottimo miele!

Galline libere e felici
Le galline non sono note per essere animali dotati di gran cervello, eppure la loro intelligenza è paragonabile a quella delle scimmie antropomorfe. Le galline stringono amicizie e sono in grado di riconoscere le facce, sia dei loro simili che delle persone.
I Vitalpina Hotels utilizzano uova di qualità, prodotte da galline allevate correttamente. Nelle cucine degli alberghi arrivano solo uova provenienti dall'Alto Adige, in alcuni casi da allevamenti propri, in altri da fattorie vicine.
Klaus Dissertori, il titolare dell'Hotel Schwarzschmied****S di Lana, struttura dei Vitalpina Hotels, collabora dal 2014 con il maso Psegghof. A gestirlo Alexandra e Philipp, agricoltori biologici e appassionati, che mettono al centro la sostenibilità e il rapporto equilibrato e sano tra uomo e natura. Qui vengono allevate, oltre ad altri animali tra cui pecore e maiali, circa 300 galline e una volta alla settimana il maso fornisce l'hotel di alcune centinaia di uova. Per gli ospiti dello Schwarzschmied su richiesta vengono organizzate visite guidate al maso per vedere da vicino come viene gestita l'azienda.

Capre, le migliori amiche dell'uomo
Parlando di animali domestici, le capre non sono tra i primi che ci vengono in mente. Eppure sembra che le capre, oltre ad essere intelligenti e curiose, siano anche capaci di percepire le intenzioni degli uomini e di conseguenza di comunicare con noi. Non solo, questi simpatici animali distinguono le diverse espressioni umane e preferiscono di gran lunga le persone felici.
Da anni le capre vengono allevate in Alto Adige, il loro latte, dall'aroma e sapore molto particolari, è ricco di calcio, fosforo, potassio e riboflavina, ha una ridotta quantità di lattosio ed è facilmente digeribile. Viene impiegato anche per la cura del corpo, ideale per nutrire la pelle secca.
Tra le strutture dei Vitalpina Hotels, il Naturhotel Lüsnerhof****S di Luson ha un rapporto speciale con l'allevatore Raimund Lamprecht del Blauschmiedhof. Qui vengono allevate una ventina di capre e, da vent'anni, due volte alla settimana Franz Hinteregger, il titolare del Lüsnerhof, fa rifornimento di caprino fresco e stagionato e di altri formaggi di capra aromatizzati con diversi tipi di erbe alpine. Per gli ospiti vengono organizzate anche visite guidate per vedere le stalle, avvicinare le capre, conoscere le fasi di lavorazione del latte e naturalmente assaggiare gli eccellenti formaggi.

Anatre e oche al posto dell'insetticida
Numerosi sono gli albergatori dei Vitalpina Hotels che, oltre a coltivare il proprio orto, allevano anche qualche animale da fattoria per avere sempre prodotti di provenienza certa e qualità per i propri ospiti. È il caso di Hannes Rainer, titolare dell'Hotel Natura Rainer**** di Racines, e della sua famiglia. In una vicina malga di proprietà, mucche, maiali, capre, pecore e altri animali rimangono liberi di pascolare per tutta l'estate, finché le temperature lo consentono. Mentre oche e anatre tengono pulito il terreno coltivato da insetti e lumache. Alla malga non si fa uso, infatti, di insetticidi e nemmeno di concimi artificiali, si segue il ritmo della natura avendo a cuore la sostenibilità e l'ambiente. Il Rainer organizza delle visite guidate per i suoi ospiti, per vedere da vicino gli animali, aiutare con qualche piccolo lavoretto e alla fine godersi una buona grigliati in compagnia, la carne è naturalmente di casa e di eccellente qualità.

Vacanza attiva e sostenibile nella natura
"Montagna è vita" è lo slogan dei Vitalpina® Hotels Südtirol/Alto Adige. Una convinzione saldamente radicata nelle 32 strutture che vi appartengono. I Vitalpina Hotels non sono solo un punto di partenza da dove andare in autonomia alla scoperta della montagna o dello stile di vita alpino. Gli albergatori stessi sono amanti della montagna e spesso anche guide alpine o escursionistiche, che conoscono benissimo il territorio e amano condividere con i propri ospiti la passione per l'attività outdoor. Oltre a fornire tutte le informazioni e la consulenza necessarie, propongono almeno tre escursioni guidate a settimana, alle quali cercano di partecipare personalmente.
Ma la natura dell'Alto Adige si ritrova anche all'interno degli hotel: nelle stanze realizzate con materiali naturali locali, nell'atmosfera tipica e nei trattamenti Spa e wellness a base di prodotti autoctoni. E naturalmente a tavola, nelle specialità culinarie dai sapori alpini e mediterranei, dove le materie prime locali e stagionali giocano un ruolo di primo piano. Molti albergatori inoltre, per un convinto principio di sostenibilità, fanno uso di alimenti autoprodotti o comunque provenienti dalle immediate vicinanze.
Fin dalla loro fondazione, i Vitalpina Hotels hanno fatto della sostenibilità un punto cardine. Tutti gli hotel sono caratterizzati da metodi di costruzione sostenibili e a risparmio energetico, nonché ecologici e privi di sostanze inquinanti. Riscaldano con materie prime rinnovabili, usano materiali naturali e tipi di legno locali per i loro interni, prestano attenzione ai percorsi brevi di trasporto, prodotti che risparmiano imballaggi ed evitano i rifiuti. Da gennaio 2021 hanno aderito uniformemente al "Patto per la neutralità climatica 2025" - il primo gruppo alberghiero in assoluto. In questo modo, tutte le 32 aziende associate si impegnano a ridurre significativamente le loro emissioni attraverso misure concrete entro i prossimi tre anni e a renderle climaticamente neutrali a lungo termine.
Tutto questo per un semplice motivo: far sì che anche le future generazioni possano godere delle meraviglie di questo paradiso naturale chiamato Alto Adige.

Info: Vitalpina® Hotels Südtirol/Alto Adige, tel. 0471 999 980 – www.vitalpina.info

FOTO Mucche Rainer - Vitalpina Hotels

IN UMBRIA DOVE TUTTO E' NATURA


Nel Parco del Monte Subasio, il Romantik Hotel Le Silve di Armenzano (PG) è un relais di charme in una tenuta di 230 ettari di boschi e prati. Un universo naturale di cui godere con i 5 sensi. Più di 20 km di sentieri attraversano la tenuta e possono essere percorsi con il piacere della lentezza a piedi, oppure a cavallo o in mountain bike. , il Romantik Hotel Le Silve propone una vacanza per 2 persone di 2 notti, compresa la colazione, una bottiglia di Prosecco all'arrivo, 2 cene nell'intimo ristorante Armentum o nella veranda estiva con le specialità locali a km 0, un ingresso per 2 persone di un'ora e mezza, ad uso esclusivo, nella Private Area Relax con sauna, area relax, angolo tisane e bagno turco. È incluso anche un massaggio relax ed un'esperienza speciale nel Parco Naturale del Monte Subasio a scelta tra una visita guidata della tenuta in Jeep, una lezione di nordik walking, acqua-trekking e canyoning. Il prezzo della proposta per 2 persone è a partire da 250 euro a testa. Ma prenotando subito, c'è uno sconto del 15%. www.romantikhotels.com Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (B.M)

LAST MINUTE

Natura e Ambiente